« Torna al menu dei consigli

Un accenno alla psicologia del neonato.

Instaurare un legame con il proprio figlio.

In che cosa consiste il legame madre bambino?

Quando gli esperti parlano di legame, si riferiscono all'intenso attaccamento che una madre sviluppa per il proprio bambino.

È un sentimento che spinge a coccolare il bambino, coprendolo di amore e affetto, e comporta un atteggiamento di protezione molto accentuato.

Per alcuni genitori ciò si verifica nel giro di pochi giorni, o anche di pochi minuti dalla nascita, per altri ci vuole un po' più di tempo.

In passato, i ricercatori che studiavano tale processo ritenevano che fosse necessario trascorrere molto tempo con il neonato durante i primi giorni, in modo da suggellare immediatamente tale legame.

Ora sappiamo che esso può manifestarsi anche nel corso del tempo: i genitori che vengono separati dai loro figli subito dopo il parto a causa di problemi di natura medica, o che adottano bambini di alcune settimane o mesi di età, possono anch'essi sviluppare una relazione molto stretta e profonda.

 

Cosa succede se il legame non si instaura subito?

Bisogna rilassarsi.

Il legame tra genitore e figlio è complesso, e spesso è necessario del tempo per consolidarlo. Comunque finché ci si prende cura dei bisogni personali del bambino, coccolandolo regolarmente, il bimbo non soffrirà del fatto che non si è ancora instaurato un forte legame.

"Si parla tanto di questo legame con il neonato, che le madri spesso si sentono colpevoli se non provano immediatamente un enorme attaccamento al bambino", dice Edward Christophersen, psicologo pediatrico di Kansas City, Missouri.

" Tale legame, tuttavia, è un' esperienza individuale ed è ragionevole aspettarsi che esso si sviluppi nel corso del tempo invece che istantaneamente".

Il proprio bambino potrà anche essere dolce e tenero, ma bisogna ricordare che è una persona con la sua individualità, alla quale è necessario abituarsi prima ancora di affezionarvisi.

Non ci si può forzare a instaurare un legame, non ci sono formule magiche: un legame autentico fra genitore e figlio è il risultato della cura quotidiana.

Nel corso del tempo, conoscendo meglio il proprio bambino, imparando a calmarlo e a godere della sua presenza, i propri sentimenti diventeranno più profondi.

E un giorno, forse il giorno in cui il bambino ci regalerà il suo primo tenero sorriso, si scoprirà quanta gioia profonda e amore si prova nei suoi confronti.

Ecco il legame.

Quando cominciare a preoccuparsi?

Se dopo qualche settimana ci si accorge di non provare ancora attaccamento e di sentirsi a disagio con il proprio bambino, o, peggio, si prova un senso di distacco e di risentimento, è meglio parlarne con il pediatra, col medico di fiducia o l’ostetrica.
 
La depressione post-partum è un evento reale che può impedire di instaurare un legame, e in tal caso è meglio cercare aiuto al più presto.
 
Intervenire ai primi segni può impedire che la relazione con il proprio figlio si deteriori. Più si aspetta, più sarà difficile riguadagnare la fiducia e l’affetto del bambino.

 


« Torna al menu dei consigli